RSS

Archivi tag: curiosità

Iniziativa per “il Maggio dei libri”: #leggiunemergente

Ciao bimbi belli, rapidissimamente una notizia dallo zio Cal d.d una collega blogger e Autrice presso Lettere Animate, Francesca Rossini, ha lanciato un’iniziativa curiosa e (secondo me) davvero meritevole: in breve, visto che sono una mezza sega a fare riassunti, si tratta di far conoscere un esordiente facendosi un autoscatto (non riesco proprio a usare la parola “selfie”, mi fa pensare ai miei pomeriggi di falegnameria adolescente in compagnia di Tawny Roberts #^____^#) con il suo libro. Va bene anche fotografare la schermata di un tablet o lettore portatile che dir si voglia, basta che ci sia la copertina e, ma questo è ovvio, l’hashtag.

…Licia, perché non ci hai pensato te? :P

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 aprile 2015 in Cose utili, Scrittura

 

Tag: , , ,

Un post fuori di testa

Io ve lo offro, poi chi vuol leggere legge, chi non vuol leggere fanculo: vivo bene lo stesso :P

WARNING! BULLSHIT AHEAD!

WARNING! BULLSHIT AHEAD!

Leggi il resto

 
6 commenti

Pubblicato da su 28 aprile 2015 in Fuffosità, Scrittura

 

Tag: , , ,

Il dono della sintesi

Questo è un racconto interessante, anche se è lontano dall’essere perfetto; se avete un momento io vi consiglio di leggerlo ;)

ilperdilibri

177logob
Grazie all’estremo dono della sintesi (che non ho) da più o meno 40 pagine che doveva essere siamo arrivati a 95… Questo per dire che il racconto 177 è
concluso…

[Clickare qui per il Download] delle 3 parti di cui è composto.

PS.: è probabile che segua un 178, ovvero una extended version… :D

View original post

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 aprile 2015 in Racconti, Scrittura

 

Tag: , , ,

Una panacea vegetale: l’iperico

La prima volta che l’ho usato avrò avuto sei anni e un gomito sbracato, conciato da sbattere via dopo una caduta, credo dalla bici. MIa madre voleva portarmi al pronto soccorso; mia nonna, constatato che non c’erano ossa rotte, mi porta in cucina, mi fa sedere e poi sparisce per un po’, tornando con una botticella piena di un affare che sembrava sangue di pesce, nel colore e nella consistenza, quasi privo di odore (e quel poco che c’era non saprei descrivervelo). Bende, abbondante unzione e fasciatura, cambiata tutti i giorni per una settimana al termine della quale i danni si erano ridotti, se non proprio del tutto, in massima parte.

Questa è stata la mia prima esperienza con l’olio di iperico (grazie nonna) disinfettante, emolliente e cicatrizzante 100% naturale, che tengo ancora oggi (nella stessa botticella) nel mio armadietto dei medicinali accanto ai cerotti, e che mi permette tranquillamente di fare a meno della tintura di jodio, dell’acqua ossigenata, dell’alcool metilico e di tutte le altre merdate chimiche. E adesso che la primavera sembra essere davvero arrivata, io vi spiego un po’ che cos’è e come prepararlo.

Leggi il resto

 
4 commenti

Pubblicato da su 3 aprile 2015 in Cose utili, Rimedi naturali

 

Tag: ,

Informazione sul PandaNero

Premio letterario Panda Noir: il giallo non è il mio colore preferito, quindi passo la mano, ma magari qualcuno è interessato…grazie a Gianni per la notizia, e grazie a chi l’ha postata per primo!

ilperdilibri

penninoRibloggo questa interessante iniziativa che ho letto tramite il blog di Alice, per chiunque fosse interessato…

Cito:

Panda Edizioni è alla ricerca di manoscritti di tipo giallo-noir-thriller

https://aliceinwriting.wordpress.com/2015/04/02/si-parte-col-premio-letterario-pandanoir

Ora mi leggo un po’ i prerequisiti e le regole del bando, sperando di non risultare fuori concorso :D

…Mi correggo sono già fuori concorso… Molte delle cose che ho scritto hanno già ISBN… E perciò ho tempo fino a fine maggio per scrivere un racconto da zero. Ach! :D

View original post

 
1 Commento

Pubblicato da su 3 aprile 2015 in Concorsi, Scrittura

 

Tag: , ,

Il quaderno dei sogni

Voglio condividere con voi sconosciuti aspiranti scrittori un’idea abbastanza banalotta: in effetti è un vero e proprio uovo di Colombo, tanto semplice che uno, spesso e volentieri, manco ci pensa.

Molto in breve: potreste valutare di tenere accanto al vostro letto un quaderno con penna annessa, su cui riportare i sogni bizzarri che fate di notte – sia sotto l’effetto di sostanze sospette, sia perché siete dei pazzi furiosi (denominatore primo per qualsiasi scrittore degno di questo nome), o perché no, entrambe le cose :P – per averne traccia al mattino e usarli nelle vostre storie.

L’idea (0vviamente) non è mia, l’ho letta in giro su Internet, e la metto in pratica da una decina d’anni, da quando cioè, i miei incubi su torri e fiori si sono fatti più frequenti. Ne ho riempiti una pila da allora e molte delle idee più interessanti per sbloccare le mie trame le ho avute proprio in sogno. Naturalmente mi guardo bene dal mostrarli a qualcuno: non voglio rovinarmi proprio del tutto…:P

Se volete approfondire il tema del “dream journal“, con annesse tecniche di meditazione per rendere più vividi i ricordi (o addirittura svegliarsi “a comando” per poter mettere giù sulla carta le ispirazioni), non vi resta che mettervi in cerca sulla rete, di risorse ce ne sono tantissime e io di certo non mi metto a scoprirle per voi :P

 
2 commenti

Pubblicato da su 27 marzo 2015 in Fuffosità, Scrittura

 

Tag: , ,