RSS

Archivi tag: consigli

La germinazione di fagioli e fagiolini in coltura protetta

Complice il fatto che gli amici finalmente stanno per levare le tende (l’ospite è come il pesce: dopo tre giorni puzza) potrò avere di nuovo tempo da dedicare alla terra; volevo per questo mettervi al corrente di un esperimento che ho iniziato poco prima delle feste, stufo di vedere grossi vuoti fra le mie linee di fagioli e fagiolini là dove i semi si sono persi…

Semplicemente mi sono chiesto: perché non provare a farli nascere in coltura protetta e poi trapiantarli? Mia nonna non ci avrebbe mai neppure pensato, a me che piace sperimentare, invece…e il risultato è stato davvero soddisfacente ;).

Leggi il resto

 
2 commenti

Pubblicato da su 6 aprile 2015 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , , ,

Un pro-tip per l’annaffiatura

Somministrare la corretta quantità d’acqua alle piante è indispensabile, ma spesso è difficile giudicare se stiamo assetando o affogando i nostri virgulti (a maggior ragione quando parliamo del semenzaio, cioè di piante giovani e molto delicate); l’osservazione della terra in superficie può aiutare: in genere se è secca e/o si distacca dai bordi del vaso, dobbiamo dare acqua. Risulta anche vero che questa tecnica ci può trarre in inganno, perché le composizioni dei terricci sono variabili e alcuni (come quelli più compatti e torbosi) pure se secchi in superficie, possono ancora essere intrisi più in profondità.

Premettendo che nel caso dei virgulti di semenzaio, è opportuno tenere la terra sempre umida, ma mai arrivare al ristagno d’acqua, e che molte miscele di terriccio preconfezionato sono già di per sé sufficientemente drenanti per evitarlo, un primo consiglio che mi sento di darvi consiste nell’infilare un ditino a scelta fino alla prima falange, e vedere se è umido o asciutto. In alternativa, è più preciso soppesare il vaso per capire se è necessario aggiungere acqua: tanto più sarà leggero, quanto più la terra al suo interno è asciutta. Naturalmente la tecnica va bene con vasi piccoli e leggeri, mentre perde d’efficacia se stiamo parlando di vasi di coccio e/o di grandi dimensioni.

Quando vediamo la terra che si distacca dal bordo del vaso, come in foto (spinaci pronti per il trapianto se v'interessa) nove su dieci dobbiamo dare acqua...

Quando vediamo la terra che si distacca dal bordo del vaso, come in foto (spinaci pronti per il trapianto se v’interessa) nove su dieci dobbiamo dare acqua…

Naturalmente un occhio va sempre dato alle condizioni del clima: giornate soleggiate o ventose seccheranno il substrato molto più rapidamente di condizioni di velatura o temperature basse. Soprattutto mai irrigare col sole a picco se non volete ammazzare di shock termico le voste pianticelle! L’annaffiatura dovrà essere effettuata, sempre per i virgulti di semenzaio, con uno spruzzino in modo da inumidire la terra per 2-3 millimetri oltre la superficie, e ripetuta ogniqualvolta necessario (anche più volte al giorno, fa sempre fede il clima!); impiegheremo una bottiglia quando le pianticelle inizieranno a spuntare, avendo cura di otturare il collo con due dita in odo da regolare l’uscita dell’acqua. Cercheremo per finire di non bagnare le foglie o i virgulti ancora in seme per evitare di farli marcire in culla.

L’esperienza in definitiva (e come sempre) vi sarà di aiuto, insieme a questi consigli (sostanzialmente ovvi) per capire quando la pianta necessita d’acqua, e come dissetarla nel modo più opportuno ;)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 marzo 2015 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , , ,

Un pro-tip per il trapianto

Post brevissimo, in attesa degli altri articoli, ma non mi va più di lasciar stare lo spazio senza aggiornamenti per troppo tempo…

Già che è finalmente ora, quando trapiantate (seguendo i consigli del mio articolo sennò m’incazzo) potrebbe capitarvi che alcuni virgulti abbiano le radici intrecciate:

Questi spinaci siamesi si vogliono così tanto bene che è quasi un peccato dividerli. Ma dobbiamo.

Questi spinaci siamesi si vogliono così tanto bene che è quasi un peccato dividerli. Ma dobbiamo.

Risulta allora utile estrarre con delicatezza le pianticelle, senza strappare le loro radici (come magari saremmo tentati di fare…se non altro per risparmiare tempo. Male, non si fa!) quindi tenerle in palmo di mano e versare (sempre con delicatezza) acqua sulle estemità: la terra scorrerà via e loro si “scolleranno” senza fatica.

Alla prossima.

 
3 commenti

Pubblicato da su 20 marzo 2015 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , , ,

Segnalazione – Gli Dei di Mosca

A quanto pare Vaporteppa, la collana del Duca, ha fatto uscire il suo primo libro. Trovate l’articolo qui, e di sicuro saprete rintracciare il link per il contenuto vero e proprio nel sito.

Sembra interessante, almeno a giudicare dalla trama, anche se non credo che mi metterò a leggere qualcosa di questi tempi. Io sono uno che vuole scrivere, non leggere roba d’altri. Ma la copertina è disegnata bene e, ripeto, la trama pare interessante.
E piuttosto che consigliarvi di leggere Pandora di Licia Troisi mi amputo le mani e le vendo al kebabbaro Alì in cambio di uno sconto sugli acquisti futuri.

Ok finite le marchette per ora.

 
1 Commento

Pubblicato da su 18 aprile 2014 in Scrittura, Uscite

 

Tag: ,