RSS

Archivi tag: aggiornamenti dall’orto

Aggiornamenti dall’orto – il basilico

Oggi e per qualche giorno sul menù, le piante aromatiche, dato che di tutto il resto vi ho quasi insegnato tutto ciò che so (quasi d.d). Il primo candidato è il basilico, che nella cucina mediterranea non può certo mancare!

Verdi campi…di basilico! xD

Leggi il resto

 
1 Commento

Pubblicato da su 4 maggio 2015 in Agricoltura, Colture, Conserve, Cose utili

 

Tag: , , , , ,

Aggiornamenti dall’orto – il porro

Il porro (Allium Ampeloprasum) oltre che sinonimo di verruca (“il notaio ha un porro sul naso!”) e voce idiomatica laziale, con contrazione della doppia, indicante la canna d’erba (“Ahò se famo ‘n poro?” “Avoja, daje daje!”) è anche un ortaggio della famiglia delle Liliacee, originario del Medio Oriente e conosciuto sin dal tempo degli antichi Egizi. Caratterizzato da foglie opposte fibrose, di colore verde scuro raggruppate alla formazione del fusto, è una verdura dal ciclo di vita medio-lungo la cui parte edibile è formata dalla parte sotterranea delle foglie stesse, di colore bianco e consistenza tenera: è più gradevole al palato della cipolla, rispetto alla quale presenta un gusto maggiormente delicato, ha riconosciute proprietà diuretiche e disintossicanti e potrete gustarlo in pinzimonio, come aggiunta alle vostre insalate, oppure come base di soffritto (in sostituzione della cipolla) piuttosto che in minestre e torte salate, oppure ancora scottato/grigliato e unito ad altri alimenti, come contorno o condimento vegan per la pastasciutta o la carne. Prima però dovete coltivarlo.

Un sacco di porri: so che possono non sembrare molto invitanti, a partire dall’odore, ma se gli date una possibilità sapranno sorprendervi anche loro ;)

Leggi il resto

 
3 commenti

Pubblicato da su 13 marzo 2015 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , , ,

Aggiornamenti dall’orto – il kiwi

Era da un po’ che non facevo un post di aggiornamenti dall’orto, ma visto e considerato che la stagione 2015 sta per cominciare, direi che è ora di ridare a questo posto la sua funzione primaria. Oggi volevo parlarvi nello specifico del kiwi, che oltre ad essere una brutta bestiaccia (a metà fra un tapiro e un ornitorinco) è anche un gustoso frutto che possiamo introdurre nell’orto e che, con le dovute cure, ci regalerà una provvista di ottima frutta esotica per la stagione invernale.E poi guardatelo, non trovate anche voi che sia fottutamente verde?

Kiwi come se piovesse.

In conclusione, a chi servono le banane Colombiane usate per i giochini gaii fra narcos happyfaic quando abbiamo il kiwi autoprodotto? Avanti popolo!

Leggi il resto

 
5 commenti

Pubblicato da su 22 febbraio 2015 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , , ,

Aggiornamenti dall’orto – il finocchio

Esatto, oggi parliamo proprio di lui, il verduro più gaio dell’orto!

happyfaic

Il finocchio è gaio!

 GENERALITÀ  E CULTIVAR

Il finocchio (Foenicum Vulgare) è un vegetale della famiglia delle ombrellifere, originario (si pensa) dell’Asia minore e già nota a Greci, Egizi e Arabi, dunque estremamente diffusa nell’area Mediterranea sin dai tempi antichi. Esistono sostanzialmente due grandi varietà di finocchio, quello domestico, e quello selvatico: il primo, spontaneo, viene utilizzato come erba aromatica mentre il secondo, coltivato, ha impieghi estesi in cucina sia per il gusto e profumo più amabili, sia per la presenza di una parte edibile più consistente rispetto a quello selvatico, formata dagli stretti avvolgimenti delle guaine fogliari, carnosa e di colore bianco acceso.
L’odore peculiare del finocchio è dato dalla molecola odorosa dell’anetolo, un componente utilizzato nella preparazione di estratti e liquori (prima fra tutte, la sambuca!)

Il finocchio viene identificato molto spesso come una verdura prettamente autunnale/invernale, ma l’impostazione del ciclo dipende prima di tutto dalla latitudine, e secondo me non bisogna essere troppo manichei. Risulta infatti possibile seminare o trapiantare il finocchio a partire da Marzo e fino ad autunno inoltrato, e per ogni situazione esistono le cultivar giuste, dividendo il finocchio in estivo, autunnale e invernale, ed eventualmente discriminando in base alla lunghezza del ciclo: precocissimo (~90 giorni), precoce, medio o tardivo (~200 giorni).

  • come regola generale (spesso tuttavia, disattesa) le varietà che si seminano o trapiantano a Marzo-Aprile hanno tempi di maturazione più bevi rispetto a quelle che vengono messe giù a Settembre-Ottobre…

Le cultivar sono caratteristiche delle regioni in cui effettuerete la semina o il trapianto, e ne esistono una marea: diversamente dai pomodori io non ho un ceppo particolare a cui sono affezionato, ma prediligo quelli autunnali/invernali a ciclo precoce/precocissimo, che metto giù a metà/fine Agosto e raccolgo a fine Novembre.

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 agosto 2014 in Agricoltura, Cose utili

 

Tag: , , ,

Semina e gestione delle colture – orticoltura sinergica (cenni) e mutuo soccorso fra piante

Altro post che avevo in mente da prima della depressione delle vacanze, ed il cui spunto mi è venuto durante la stesura della mappa dell’orto per la prossima stagione…

  • tutti dovrebbero avere una mappa dell’orto per stabilire cosa piantare dove, in dipendenza dalle posizioni degli appezzamenti, del loro orientamento e della loro esposizione.

Il titolo si spiega da sé d.d citando direttamente da Wikipedia, l’orticoltura sinergica

Si basa sui principi elaborati da Fukuoka e dimostrati dagli studi microbiologici di Alan Smith (dipartimento agricolo del New South Wales), che, mentre la terra fa crescere le piante, le piante creano suolo fertile attraverso i propri “essudati radicali”, i residui organici che lasciano e la loro attività chimica, insieme a microrganismi, batteri, funghi e lombrichi.

Un approccio decisamente bio, che prevede di sfruttare le sinergie fra gli organismi vegetali per agevolare una produzione sostenibile e naturale. Il nocciolo della questione è dunque proprio il seguente:

[…] è importante che vengano assortite le piante in maniera da arricchirsi vicendevolmente […]

Non ci sono troppe stronzate new age, quanto piuttosto un approccio razionale volto all’ottimizzazione delle coltivazioni (e non allo sfruttamento in quanto tale) quindi la cosa ci piace happyfaic

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 agosto 2014 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , , ,

Aggiornamenti dall’orto – la stevia

Oggi voglio parlarvi di un arbusto, la Stevia Rebaudiana, pianta originaria delle zone montane del Sud America, dal potere dolcificante che varia dalle cento alle duecento volte quello del normale zucchero di barbabietola. E, cosa molto più importante, il suo consumo causa minore insorgenza di carie dentale! L’unico lato negativo è un gusto un po’ più intenso, “selvatico”, con marcate note di liquerizia rispetto allo zucchero tradizionale, il cui sapore è neutro e, per l’appunto, dolce…ma tutto sta ad abituarsi, dico io!

Stevia! …è verde! *____*

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 giugno 2014 in Agricoltura, Colture, Cose utili

 

Tag: , ,

Aggiornamenti dall’orto – il peperoncino rotondo

Oggi parliamo di una pianta minore, che sicuramente avrete già sentito nominare nonché assaggiato: chi non conosce i peperoncini rotondi ripieni? In una qualsiasi gastronomia ve li proporranno, ma vuoi mettere coltivarsi le piante e farseli da sé?

Peperoncini rotondi “bacio del diavolo”: da trattare con cautela! *_*

Leggi il resto

 
1 Commento

Pubblicato da su 28 giugno 2014 in Agricoltura, Colture, Conserve, Cose utili, Ricette

 

Tag: , , , ,