RSS

Regalo di Natale (e pietre tombali sui sogni)

19 Dic

Mettendo le pietre del titolo sopra l’idea di affermarmi con la scrittura, se vi va, ci sono le versioni complete ed editate di due racconti lunghi degli ultimi diciannove mesi (si, son proprio diciannove a giudicare dalle date in cui ho creato i files .docx, e questa coincidenza è inquietante. Pure oggi è il diciannove tra l’altro o.O). Visto che non li pubblicherò mai in antologia, tanto vale che qualcuno se li legga, che magari gli garbano.

Il fiore di Malia – 19/12/2015 (articolo originale)

L’ultima alba – 19/12/2015 (articolo originale)

Rileggendoli e editandoli li ho trovati migliori di quanto non fossero quando li scrissi: scordatevi il lieto fine, sono entrambi tristi ma credo…credo mi siano venuti bene, ecco. Credo mi siano venuti chassit :) e il secondo potrebbe essere pure bello da leggere. Un parere me lo date, o voi Sconosciuti? :)

 
8 commenti

Pubblicato da su 19 dicembre 2015 in Fuffosità, Racconti, Scrittura

 

Tag: , ,

8 risposte a “Regalo di Natale (e pietre tombali sui sogni)

  1. gianni

    20 dicembre 2015 at 21:11

    Esimio! Perché pietra tombale? Sai benissimo come sono i semi no? Ne butti una manciata e non tutti germogliano, oppure non tutti germogliano insieme, ma qualcuno prima e qualcuno dopo. Tu hai arato e seminato, hai annaffiato e li ha curati i tuoi semi. Secondo me prima o poi qualcosa verrà fuori.
    Buone feste.

    Ah ti ribloggherò\ citerò ben volentieri.

    Liked by 1 persona

     
    • Cal Mood

      21 dicembre 2015 at 19:44

      Gia’, non voglio piangermi addosso sai, e manco fare la piaga…ma di semi nella terra ne ho buttati a decine e son tutti marciti :) l’importante è che vi piacciano le parole scritte :P magari metto su anche la versione completa di Didimo, tant’è…:)

      Liked by 1 persona

       
  2. andrageaninatarnauceanu

    20 dicembre 2015 at 19:19

    Io dico no alle cose tristi. U.U

    Liked by 1 persona

     
    • gianni

      20 dicembre 2015 at 21:12

      Qualche volta sono più realistiche però

      Liked by 2 people

       
      • andrageaninatarnauceanu

        20 dicembre 2015 at 21:13

        Vero anche questo

        Liked by 2 people

         
        • gianni

          20 dicembre 2015 at 21:23

          E poi è la storia che ha scritto Cal, quindi bisogna accettare quel che è il suo volere di scrittore. E comunque dai, un bel finale che lascia un po’ l’amaro in bocca è sempre particolare, ti farà ricordare di più la storia appena letta. O perlomeno per me è così che accade.

          Liked by 2 people

           
  3. Giuse Oliva

    20 dicembre 2015 at 12:49

    appena riesco scarico

    buon natale

    Liked by 1 persona

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: