RSS

Archivio mensile:dicembre 2014

L’ultimo dell’anno, editing e buoni propositi…

DI buono c’è che le vacanze portano sempre molto tempo libero: sono riuscito finalmente a terminare un racconto iniziato questa primavera. Se volete vi regalo le prime 27 pagine, le trovate qui (o nella sezione “Racconti”), per il resto dovete aspettare che qualcuno mi pubblichi xD.

…per quanto riguarda i buoni propositi, non so voi ma io vado a sprecare un po’ di soldi in qualche locale abbastanza sordido, come ogni artista che si rispetti (Van Gogh style per intenderci :P). Ci vediamo domani se sarò sopravvissuto, dasvidania!

“…l’è proprio un’idea!”

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 dicembre 2014 in Fuffosità, Generale, Racconti

 

Minestra di riso, zucca e latte

Ricetta rapidissima, preparata non più di un’ora fa per cena: trattasi di un piatto di famiglia per parte di mia madre, molto povero…e altrettanto gustoso, anche se non sembra. Basta soltanto dargli una possibilità :).

Iniziamo dunque col procurarci, per servire tre persone:

  • 250 grammi di polpa di zucca
  • una patata
  • tre manciate di riso Arborio per minestre (una a persona)
  • mezzo bicchiere di latte intero
  • una spolverata di Saporita (giyf se non sapete di cosa sto parlando d.d)

Adesso tagliamo la zucca a tocchi grossolani e mettiamola in una pentola a pressione insieme alla patata, sbucciata e anch’essa a pezzi, coprendo con acqua in ragione di un mestolo a persona più uno perché si. Facciamo bollire per 10-15 minuti (dipende dalla consistenza della zucca, se è più filosa chiede maggior tempo) quindi togliamo dal fuoco, procuriamoci un passaverdure e tritiamo lo spesso in una pentola più piccola, aggiungendo l’acqua di cottura che costituirà poi la minestra vera e propria.

Mettiamo il passato di zucca sul fuoco, portiamo ad ebollizione, quindi aggiungiamo il riso, smorziamo il fuoco e lasciamo sobbollire per un altro quarto d’ora (fa fede in ogni caso il tempo di cottura del riso) avendo cura di mescolare continuamente o quasi in modo da evitare che si attacchi sul fondo. Quando mancheranno cinque minuti al termine, versiamo direttamente giù il mezzo bicchiere di latte, fatto prima intiepidire, e ravviviamo la fiamma. La Saporita è opzionale e va aggiunta anch’essa a fine cottura (possiamo sostituirla con la noce moscata, alcuni amici nostri la preferiscono) cercando di evitare che si raggrumi.

Servite spolverando di parmigiano grattugiato: se riuscirete a vincere la ritrosia per l’abbinamento, solo in apparenza sgradevole, di questi tre elementi così differenti, avrete ottenuto un piatto inusuale ed energetico con cui stupire gli invitati!

La risultante...*______*

La risultante…*______*

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 dicembre 2014 in Cose utili, Ricette

 

Tag: ,

L’Eggnog, questo sconosciuto

Ciao mentecatti :) giorni fa, mentre perdevo tempo, mi è venuta l’idea di capire che cosa fosse questo eggnog; una rapida ricerca mi ha confermato il sospetto: uova ubriache! *____* Da lì a provare a prepararlo, giacché ci siamo già svezzati con il vov casalingo, il passo è stato breve…e devo dire che ne è valsa la pena ;) ne volete un po’ anche voi?

A volte anche i giochi online possono essere educativi…

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 dicembre 2014 in Cose utili, Dolci, Ricette

 

Tag: , ,

Il Coniglio del Venerdì #5 – coniglio in crosta

Dedicato a tutti i mangiacarote zozzoni! Oggi parliamo di coniglio in crosta

“IO NON HO LE CROSTE!”

…di pane :P

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12 dicembre 2014 in Fuffosità, Il Coniglio del Venerdì, Ricette

 

Tag: ,

Il Coniglio del Venerdì #4 – risotto al coniglio

Salve, bestie! Oggi mi andava di cambiare un po’, trovare un modo nuovo per torturare qualche batuffolo puccipuccettoso, perché alla lunga la routine stanca anche in cucina; in altre parole, oggi parliamo di risotto al coniglio.

“Vuoi DAVVERO strapparmi le gambe per mangiartele?” Certo Bugs, e lo farò senza anestesia.

Leggi il resto

 
 

Tag: ,