RSS

Peperoni buzzurroni

04 Set

Dicono che di questi tempi sia un anno che ho aperto il blog. Può essere. Magari mi prendo una zoccola brasiliana per festeggiare, quando sono in grana, per intanto vi offro una ricetta alternativa alla conservazione e preparazione dei peperoni nel modo che vi ho già spiegato; si tratta di una variante zotica dei peperoni ripieni, che mi è stata ispirata dal canale di cucina, appunto, zotica su Youtube.

Dunque, per incominciare d.d loro usano dei Carmagnola, mi è parso di capire: grossi, lunghi ma sottili. Insoddisfacenti. Io vi propongo invece dei quadrati di Trofarello, che vi procurerete nel numero di 1-2 a persona (dipende se dopo c’è dell’altro oppure fate il piatto unico); la lista degli ingredienti che segue è totalmente casual, funzione prima di tutto della dimensione dei peperoni stessi d.d avrete bisogno di:

  • 60 grammi di carne tritata per peperone (in alternativa potete usare la polpa di salsiccia, se vi va di esagerare!) che lscerete marinare in olio, pepe ed erbe aromatiche – salvia, timo, menta, melissa, quelcazzochevolete – per una manciata d’ore prima dell’uso
  • un uovo crudo ogni 4 peperoni
  • olive a tocchetti, pancetta (a cubetti, ma io preferisco in fette, da tagliuzzare con le forbici da cucina), formaggio tipo toma (eviterei lo stracchino nonno Nanni, chissà da dove l’ha ricavato il nonno, quel suo famoso stracchino…! :SSS l’asiago per contro va benissimo) tagliato grossolano, pangrattato, erbe aromatiche e pepe q.b

La preparazione è davvero semplice: per prima cosa private i peperoni del torsolo e dei semi, con cura, facendo attenzione a non violentarli +_+ e assolutamente non spellateli d.d successivamente impastate gli ingredienti in una terrina capiente (ciò prevede l’uso delle zampe, quindi lavatevele prima!) aggiungendo le uova crude nella proporzione che vi ho indicato, insaporendo il composto con gli aromi e il pepe secondo il vostro gusto, ed asciugando col pangrattato qualora la mistura fosse troppo liquida: dovete ottenere qualcosa di simile al vomito di gatto per capirci. Con il medesimo, riempite i peperoni svuotati pressando per bene, quindi disponeteli in una teglia delle giuste dimensioni, foderata di carta da forno, e infornate per mezzora tra i 160 e i 180° (dipende da quanti peperoni avete, e dalla loro dimensione: se ce ne sono molti pompate la temperatura, se sono pochi invece tenetevi bassi) o comunque fin quando il ripieno non è cotto e il peperone risulta tenero e si lascia bucare con uno stuzzicadenti senza opporre troppa resistenza.

Servite immediatamente.

La risultante! *_*

La risultante! *_*

Come vediamo dalla figura, alla preparazione si prestano bene anche i peperoncini rotondi piccanti: organizzati così sono un ottimo antipasto, se avete gente a cena e volete riempirli preventivamente in modo che non vi saccheggino troppo la dispensa (ma attenzione al consumo di bevande: se usate delle cultivar particolarmente piccanti, ciò che risparmiate da una parte lo aggiungete dall’altra! xD).

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 settembre 2014 in Cose utili, Ricette

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: