RSS

Segnalazione WWOOF Italia

30 Mar

Da quest’autunno fino a questa primavera, presso un centro sociale del mio paese, si sono tenuti degli incontri finalizzati ad avvicinare i giovani – disoccupati e non – al mondo dell’agricoltura; gli incontri sono stati interessanti, chi più chi meno, ma la cosa che mi aveva fatto scattare la molla era la prospettiva, a fine incontri, di svolgere dei tirocini presso aziende agricole disponibili ad accettare praticanti: la prospettiva sarebbe stata quella di fare il bracciante per almeno 3 mesi, con un regolare contratto però, e c’è chi storce il naso a questa prospettiva. Io dico semplicemente, fanculo: l’avrei trovata molto più desiderabile che andare davanti a una classe di deficienti a spiegare cose che a loro non interessano minimamente per partito preso. E ovviamente la retribuzione, sui 500-600 cetrioli al mese, mi avrebbe fatto gola

Mi ero naturalmente messo in lista per due colloqui su 4 aziende che mi interessavano (tra l’altro gestiti con scarsissima professionalità dalla compagnia sociale, ma dato il luogo non ci si può aspettare la luna), col risultato di venire scartato al primo giro e di non venire neppure chiamato per il secondo: anche lì trovarono qualcuno di più qualificato – nel primo e nel secondo caso, una ragazza, sarà per questo motivo che…? :P – così pensarono bene di dirmi che, no, non era davvero necessario che mi presentassi al colloquio, perché non c’era più bisogno.

Inutile dire che spero e mi auguro vivamente che le due tipe in questione, colpevoli di avermi rubato un’opportunità a cui tenevo ed avermi fatto venire la depressione, finiscano sotto un erpice e sopravvivano al processo con tutte le conseguenze del caso: in fondo la campagna è piena di pericoli, no? auguro loro ogni bene: è solo l’ennesima porta in faccia che mi ricevo, ma va bene, non c’è problema.

Chiusa la parentesi di livore, vi segnalo un sito che propone iniziative simili, che ho a mia volta trovato curiosando nei blog di settore: WWOOF Italia. Da quanto ho potuto capire, si tratta di una organizzazione (immagino non a fini di lucro) che mette in contatto aziende agricole e persone disposte a prestare opera di lavoro volontario nelle stesse. Bisogna associarsi all’organizzazione per poter partecipare, e le aziende – leggo dalle FAQ – dovrebbero darti da mangiare e da dormire, ma non ho capito se sono previsti rimborsi spese verso i volontari (eventualmente al posto del vitto&alloggio, io lo preferirei dovessi dire la mia, perché se pure sostengo che diamo troppa importanza al denaro e forse dovremmo iniziare a farne a meno, un po’ serve sempre…almeno finché tutti non la penseranno così :P) o se si tratta effettivamente di prestazione d’opera gratuita. Non so, sarebbe bene informarsi nel caso.

Mi sembra comunque una iniziativa carina.

 
1 Commento

Pubblicato da su 30 marzo 2014 in Cose utili

 

Tag: ,

Una risposta a “Segnalazione WWOOF Italia

  1. Gaia Cincia

    31 marzo 2014 at 15:56

    Se ti abbraccio non te la prendi vero? :*

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: