RSS

La collana Vaporteppa

10 Feb

Bimbi belli, ora vi offro una segnalazione a puro titolo di marchetta :P ho letto dal suo stesso sito che il Duca ha fondato una collana specializzata in Ebook e genere Steampunk; si appoggiano ad Antonio Tombolini Editore e Simplicissimus Book Farm (nome, quest’ultimo, che avevo già incontrato nelle mie peregrinazioni in cerca di qualcuno che mi desse considerazione, ma non avevo spedito nulla perché le parole “print on demand” mi avevano fatto drizzare i peli del c…ollo. Sono ovviamente prevenuto per queste cose e altrettanto ovviamente sbaglio ad esserlo) e la collana non può che chiamarsi Vaporteppa. Personalmente parlando, il loro sito mi ha fatto proprio una bella impressione.

Il banner di Vaporteppa. Fai click per andare al loro sito. Vorrei che non mi pesasse tanto il culo per imparare a disegnare così…

La cosa che più mi ha colpito, oltre alle citazioni dal manifesto futurista di Marinetti (spero non siano solo citazioni, spero ci credano veramente) e al senso di voglia di fare che traspare dalle loro pagine (anche qui, spero si tratti di una volontà fondata) è stata una frase direttamente dalla loro pagina delle FAQ:

Perché ci occupiamo di narrativa per davvero, fino a divenire narrativa noi stessi. Non siamo quegli editori che si nascondono dietro grandi auree di serietà, al punto che potrebbero con lo stesso tono vendere lastre d’acciaio, medicine o scatoloni per imballaggi.
Pensiamo che quando si ha bisogno di toni e di maschere di severa dignità, di difensori della Letteratura, di “regia culturale”, forse è perché dietro il camuffamento non c’è niente di serio o di rispettabile nella sostanza.

Chapeau. Che dire? Io i miei migliori auguri per un ottimo avvio d’impresa e un rispetto continuo delle loro premesse, glieli offro; inoltre credo che, se pure il Duca mi abbia già stroncato un racconto, potrei inviargli una storia che sto scrivendo e che ho pensato per la pubblicazione in Ebook. Non è di genere Steampunk – direi piuttosto Western o meglio ancora New Weird, anche se non ci sono cose troppo fuori di zucca – ma ho visto che accettano anche altri generi. Nulla di troppo lungo in ogni caso, soltanto 500k battute, il prologo è nella sezione dei racconti se vi va di leggerlo.

Vedremo. Vale sempre e comunque la regola di informarsi prima per E-Mail su termini e condizioni dell’eventuale collaborazione, perché come dice un mio amico che viene dal Veneto: “Amisi si, ma a diese sghèi dal bus del cùl!” :P.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 febbraio 2014 in Cose utili, Scrittura

 

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: