RSS

Archivio mensile:gennaio 2014

Aggiornamento – book in progress

Piccolo aggiornamento per mettervi al corrente di ciò che bolle in pentola; NON recensirò “Primus – l’uomo che sognava di vivere” di Massimo Valentini perché non sono riuscito a leggerlo. Non ce l’ho fatta. Si tratta di un genere troppo diverso dai miei standard e non mi ha catturato nella lettura. Nemmeno, credo, avrei gli strumenti per valutarlo. Sorry.

I prossimi sulla lista, a parimerito, saranno “Hunger Games” e “I regni di Nashira 3”, chissà mai che ci facciamo qualche altra risata alle spalle della Licia :P beh ovviamente, soltanto se se lo merita…;)

 
2 commenti

Pubblicato da su 29 gennaio 2014 in Generale

 

Tag:

Secondo loro è l’unica soluzione…

Buonsalve pueblo, tempo di stanca per il blog, il che significa che ho finalmente trovato qualcosa da fare…o che sono diventato più pigro del solito, delle due l’una.

In qualsiasi caso, il 24 Gennaio si è tenuta l’inaugurazione del nuovo anno giudiziario, e il primo presidente della corte di cassazione, mister Giorgio Santacroce, ha detto che l’indulto è l’unica soluzione possibile per far fronte al sovraffollamento delle carceri, come l’Europa tra le altre cose ci impone.
Mister Santacroce, sarai anche il primo presidente eccetera eccetera, ma se il sottoscritto ti incontrasse nel bar sotto casa (che dubito tu frequenti, dato che dalle tue parti si mangia meglio e costa la metà) e tu gli facessi questo discorso, ti direbbe:

…ma WTF???

Cioè, soltanto a me sembra una monata? Penso ci sia una contraddizione intrinseca in una disposizione del genere: se hai troppi detenuti ti chiedi perché ce ne sono così tanti, non ne rimetti in circolo una parte così tanto per; a tal proposito, qualcun altro (fonte a caso tra le molte, non lo dicono soltanto i radicali) ci informa che il 33% dei detenuti nelle patrie galere è lì per reati di droga. Nello specifico, oltre che per lo spaccio, per fatti riguardanti il possesso e/o il consumo di sostanze stupefacenti. Grazie Fini, grazie Giovanardi.
Ho qualche cent da dire in proposito, prima di leggere però sei avvertito: prosegui soltanto se vuoi e mettendo in conto che, come sempre, potresti non trovarti d’accordo con quello che dico (anzi sicuramente sarà così),

Leggi il resto

 
1 Commento

Pubblicato da su 26 gennaio 2014 in Generale

 

Tag:

Aggiornamenti dall’orto – il compost

Dunque, come forse avete letto nella sezione “Cosa facciamo nell’orto a…”, il mese di Gennaio – e l’inverno più in generale – non è che sia proprio prodigo di lavori; in virtù di questo è possibile impiegare il tempo in cui il clima è ancora freddo per preparare l’orto alla ripresa dei cicli vegetativi, e nell’ambito dei preparativi che è possibile fare ricade a buon diritto l’allestimento di una compostiera per produrre da sé piccole quantità di fertilizzante.

Il compost infatti non è altro che un terriccio ricavato dalla miscela di rifiuti organici e vegetali – il cosiddetto umido – opportunamente degradati, che potete spargere nell’orto nella fase di preparazione della terra; come già avevamo detto per i semi, anche produrre da sé il proprio fertilizzante è fonte di soddisfazione…pure se va detto che, a meno di orti di piccole dimensioni, difficilmente riusciremo a coprire il nostro fabbisogno. Questa non è in ogni caso una scusa per non provarci.

Leggi il resto

 
2 commenti

Pubblicato da su 13 gennaio 2014 in Agricoltura, Cose utili

 

Tag:

Ricetta delle feste: agnolotti di Cal

Trascurato un po’ il blog, ma adesso che il periodo delle feste, col suo carico di depressione, sta – finalmente – passando, mi è tornata voglia di scrivere.

Dunque: un classico dei periodi di vacanza e delle grandi mangiate che ne conseguono, dalle mie parti è sempre stato l’agnolotto: da non confondersi col raviolo, più grande e forse più conosciuto, si tratta di un primo di pasta fresca che fa la sua marcia figura su ogni tavola con quasi ogni condimento, dal ragù alla fonduta (non mi azzarderei a condirlo col pesto, però x.x); e la sua preparazione non è neppure troppo elaborata, posto che abbiate in casa i seguenti strumenti:

  1. una macchina per la pasta
  2. uno stampo per agnolotti
  3. una rotella tagliapasta

Come in molte ricette che si preparano a casa mia, la spannometria è d’obbligo: quando mia madre cucina va quasi esclusivamente a memoria, in ogni caso ho cercato di tirare giù qualche numero per vostro uso e consumo; una dose di agnolotti, diciamo per 2-3 persone, si ottiene a partire da:

  • 500 grammi di farina
  • due uova
  • acqua e parmigiano grattugiato q.b
  • 300 grammi di carne arrosto (manzo, porco, tacchino, dipende dalle vostre preferenze)
  • 200 grammi di verdure lesse a foglia verde (coste, bietole, spinaci ecc…)

Leggi il resto

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 gennaio 2014 in Cose utili, Ricette

 

Tag: ,