RSS

Aggiornamenti dall’orto – impostare una coltivazione di fragole

21 Ott

Bene, stamattina c’era un lavoro nell’orto che ho rimandato da parecchio tempo, e che non poteva proprio più essere posticipato: sistemare la mia coltivazione di fragole rampicanti in vista del riposo invernale; e naturalmente, mentre avevo le mani nella terra, ho pensato subito a un articolo.

Dunque: la fragola, che è una pianta perenne, in realtà non è un rampicante propriamente detto perché non è provvista di viticci come quelli dei meloni, delle zucche, o delle piante da fiore (passiflore, clematidi, glicini, ecc…); l’unico elemento vegetale a disposizione della pianta è lo stolone, una “crescita” che si dirama dal corpo e serve per propagare la pianta stessa: lo stolone mette radici all’estremità, e in breve tempo si assiste alla nascita di una nuova piantina, che potrà vivere anche in mancanza di terra…

  • io rimango convinto che il sesso sia un modo molto più divertente per riprodursi, si vede che le fragole hanno gusti differenti d.d

In figura, un esempio calzante: attenzioni, immagini esplicite!

fragole1

Gli stoloni sono le propaggini rossastre che vedete diramarsi dalla pianta in alto: ciascuno è lungo all’incirca una spanna, e nella stagione estiva/autunnale dà origine a una nuova pianta; in questo senso le fragole sono rampicanti: se opportunamente aiutate dalla mano dell’uomo, mediante gli stoloni le fragole possono venire fatte arrampicare su un sostegno, che può essere un graticcio o una semplice canna, piuttosto che lasciate ricadere da vasi sospesi. Questa è la modalità di coltivazione da terrazzo, dove si accosta la resa visiva alla produzione pratica di frutti, e si è (cosa molto importante) più al riparo dalle malattie che possono colpire le fragole da orto.

SEMINA E RIPRODUZIONE

fragole2In qualsiasi modo decidiate di coltivare le vostre fragole, io mi sento di consigliare l’acquisto delle piante presso un vivaio; una volta ho provato la semina…con pazienza e tre mesi di tempo per aspettare che le piantine si sviluppino, qualcosa nasce. Ecco quello che mi ricordo.

Seminai in tarda primavera (Aprile-Maggio) a spaglio, in un vaso di terriccio misto a torba. Coprii i semi con una spolverata di terra, e inumidii con uno spruzzino. Diradai quando le piante iniziarono a venire fuori, poi trasferii in vasi singoli dopo due mesi; allo scadere del terzo, le mie piantine erano pronte per il pieno campo.
…se non avete il mio tempo libero e la pazienza di un monaco buddista, comunque, comprarle è molto più semplice: vi garantite in questo modo anche la qualità della coltura, che non necessariamente c’è in caso di semina con semi “bastardi” autoprodotti.

La modalità di coltivazione più rapida, oltre all’acquisto, è la propagazione vegetativa: semplicemente tagliate a metà lo stolone e rimuovete delicatamente dalla terra le fragole periferiche in modo da avere a disposizione molte piante a costo zero; io ho fatto così proprio stamattina, eliminando le piante ormai vecchie e malate dalla mia coltivazione e sostituendole con quelle nuove prodotte per propagazione spontanea!

COLTIVAZIONE

Per quanto riguarda la coltivazione in orto vi serve un terreno in posizione soleggiata, ben drenato, con una composizione torbosa o comunque ricca di sostanze organiche (valutate dunque se utilizzare la torba al posto dello stallatico per la concimazione preliminare: l’unico neo è che costa di più!); se voleste fare i fanatici potreste scavare un letto profondo 30 cm rimuovendo tutta la terra, quindi cospargere il fondo di argilla espansa per uno spessore di 3-4 cm, quindi versare un sacco di stallatico o torba ben livellato, quindi coprire il tutto con del terriccio sabbioso misto alla terra che avete tolto: l’operazione è analoga a quanto stiamo facendo io e mio padre per la messa a dimora degli asparagi, ma in tutta sincerità, le fragole le coltivavano già mia nonna e mio nonno senza bisogno di tutto questo ambaradan. L’importante è che l’acqua non ristagni, non lo ripeterò mai abbastanza: valutate a questo proposito, nel caso in cui la vostra terra sia particolarmente pesante, se preparare l’appezzamento mescolando alla terra dell’orto e al concime anche una quantità di terriccio sabbioso, piuttosto che sostituire interamente la prima con terriccio alternativo (nei vivai sapranno consigliarvi).

fragole3

La mia coltivazione di fragole da orto

Una volta preparato il terreno, disponete le fragole a distanza di 5-15cm l’una dall’altra, in file il più possibile ordinate (quindi non come ho fatto io x.X): la terra deve avvolgere la pianta fino al colletto delle foglie, senza soffocare il getto centrale, e deve rimanere sempre umida, senza – ripeto ancora una volta – ristagni d’acqua. Tenete d’occhio la propagazione degli stoloni per evitare che la coltivazione divenga troppo affollata: rimuoveteli quando le piante nuove sono sviluppate, in autunno, usandole per sostituire quelle che invariabilmente, da una stagione all’altra, moriranno – vuoi per malattia, vuoi perché è naturale che qualcuna non ce la faccia; quelle che vi avanzano potete tranquillamente regalarle agli amici, avendo cura di rimuoverle con più radici possibile, ed avvolgere queste ultime in un pezzo di carta da cucina umido.

  • le fragole sono comunque piante molto tenaci

Qualora decideste di coltivare in vaso, preparate i vasi stessi con il procedimento illustrato poco sopra (argilla – stallatico o torba – terriccio universale, quindi le piante) avendo cura di predisporre un adeguato supporto, che può essere una canna di bambù per ogni pianta o un graticcio per servirle tutte nel caso di aiole a parete, legando con giunchi o cordicelle di nylon, e ricordandovi di tenere sotto controllo lo sviluppo arrestando la propagazione all’altezza desiderata. Mi sento anche di consigliarvi di scegliere una posizione riparata, purché adeguatamente soleggiata…perché non vorrete che al primo vento forte che viene tutto faccia patatrac, giusto? :)
Anche l’utilizzo di vasi pensili è caruccio: una pianta per vaso, diametro 20 cm, lo appendete in alto e lasciate correre verso il basso; di sicuro effetto!

  • non aspettatevi tuttavia la stessa resa della coltivazione in orto…

CONCIMAZIONE E ATTENZIONI UTILI

La prima concimazione delle fragole in orto e in vaso è quella preliminare alla messa a dimora delle piantine: con stallatico o torba, come detto poco sopra; periodicamente il terreno va reintegrato con concimi a base di ferro e potassio, sia liquido che in grani, da spargere fra le file e interrare. L’utilizzo della cenere di legna è possibile, i nostri vecchi lo facevano ben prima che ci si inventasse l’idea del concime chimico; abbiate però cura di setacciarla, prima, per eliminare corpi estranei che non vi farebbe piacere piantarvi nelle zampe la prossima volta che maneggiate la terra! :S

Nuova coltivazione di fragole (Marzo 2014)

Nuova coltivazione di fragole (Marzo 2014)

A parte questo, le fragole non hanno bisogno di particolari attenzioni: quando annaffiate dovete bagnare il terreno – senza inondarlo e senza versare MAI l’acqua sulle foglie altrimenti vengono fuori le macchie che vedete nella foto grossa più in su ç__ç – e non lasciare mai che si secchi nei mesi caldi. A fine stagione, in autunno, effettuate una pulizia della vostra coltivazione eliminando gli stoloni disordinati e le foglie secche, e così fate anche a fine inverno (inizio/metà Marzo, direi) optando per il trapianto in massa solo se necessario – vedi al fondo dell’articolo.

 Nel caso di fragole da terrazzo, coltivate quindi in vaso, potreste inoltre voler spostare i vasi in zone riparate al sopraggiungere dell’inverno ma nel caso di coltivazioni in orto non è necessario proteggere in modo particolare: è sufficiente effettuare la pacciamatura con paglia o foglie secche, da spargere tra le file a coprire i colletti delle piante, in ogni caso la pianta non teme il freddo e non gela se non in presenza di condizioni di freddo eccezionale. Se l’inverno si preannuncia cattivo potete coprirle con un tunnel, ma il sottoscritto non lo ritiene necessario.

TRAPIANTO PERIODICO

Da una stagione all’altra, se le vostre fragole hanno sofferto danni da malattia o da calore, o se ritenete che la terra si sia impoverita, o semplicemente per rinnovare le piante, potete optare per il trapianto generale della coltura.

Nel caso della coltivazione in orto individuate un nuovo appezzamento idoneo, preparate il terreno come descritto, quindi rimuovete dalla terra le piante della vecchia coltivazione (scartando quelle malate) insieme alle propaggini novelle e ripiantate in nuove file: la fragola non soffre se il trapianto avviene prima dell’avvio del ciclo vegetativo (Marzo-Aprile) o alla fine (Ottobre), noi l’anno scorso le abbiamo sistemate il giorno di Pasqua, e di nuovo stamattina :P inoltre la fragola, come ho già scritto, è coriacea e per farla morire bisogna mettersi d’impegno. L’importante è che ci siano delle radici, il più possibile, anche poche, poi lei farà il resto.

fragole4

Se state lavorando coi vasi, potreste voler suddividere una coltivazione da graticcio in due parti, oppure utilizzare gli stoloni più alti per farne partire un’altra; in genere, comunque, le fragole in vaso si trapiantano per gli stessi eventi eccezionali (malattie, traumi vari, impoverimento della terra) che spingono a farlo per le coltivazioni da orto, anche se tali eventi hanno minore occorrenza nelle realtà contenute dei terrazzi.

 
2 commenti

Pubblicato da su 21 ottobre 2013 in Agricoltura, Colture

 

Tag: ,

2 risposte a “Aggiornamenti dall’orto – impostare una coltivazione di fragole

  1. Gaia Cincia

    21 ottobre 2013 at 17:03

    Come metodo riproduttivo il sesso è divertente solo se poi non devi partorire, caro ;P

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: