RSS

Paste di meliga

24 Set

Questo dolce spiccatamente piemontese è costituito da biscotti croccanti di farina di mais, e può a prima vista sembrare difficile da preparare; noi ci siamo messi due giorni fa e oggi abbiamo fatto replica: malgrado siano state le prime volte, i risultati più che apprezzabili mi hanno spinto a condividere la ricetta.

Dunque, ecco di che cosa abbiamo bisogno per una informata di, all’incirca, 50 biscotti:

  • 3 etti di farina di mais bramata
  • 2 etti di farina bianca
  • 2 etti di zucchero
  • due tuorli d’uovo e un albume (il secondo albume datelo al gatto: gli renderà lucido il pelo *.*)
  • 2 etti e mezzo di burro, che va lasciato fuori dal frigo per un quarto d’ora prima di usarlo
  • la scorza di un limone
  • una bustina di vanillina
  • sale q.b

Preparate preliminarmente una grossa teglia (anche due, è più probabile che vi servano entrambe!) foderata di carta da forno, e preriscaldate  il forno a 180° avendo cura di disattivare la funzione ventilata se ce l’avete.
L’utensile che farà la parte del leone in questa preparazione a questo punto sarà la sac-a-poche, tenetene a portata di mano una abbastanza capiente e con un beccuccio largo a forma di stella; ciò detto, iniziamo ponendo in una ciotola di vetro di grosse dimensioni la farina di mais, la farina bianca, il sale, la vanillina e lo zucchero. Mescoliamo le polveri, quindi aggiungiamo il burro ammorbidito tagliato a tocchetti e la scorza di limone; impastiamo ben bene con le mani, quando gli ingredienti saranno amalgamati aggiungeremo i tuorli e l’albume d’uovo continuando a impastare per fare in modo che si prenda bene.

Paste di meliga rotonde

L’impasto va quindi inserito nella sac-a-poche, e da qui spremuto sulla teglia in formine dalla dimensione a piacere: la cosa realmente importante è tenere il beccuccio quasi rasente al fondo della teglia stessa, perché la pasta deve allargarsi.

Le forme con cui potete modellare le vostre paste di meliga sono le più disparate, qua intorno vi propongo due alternative…la mia preferita è ovviamente quella rotonda, che modello in modo che il buco al centro non ci sia: appoggio il beccuccio della sac-a-.poche, schiaccio e la muovo in senso orario dall’interno verso l’esterno fino a creare un ricciolo schiacciato largo tre dita;  in ogni caso per imparare bisogna mettersi e provare: le prime volte verranno delle schifezze assolute, siete avvisati (la bestemmia in questi casi può aiutare molto d.d).

Paste di meliga a ferro di cavallo

Quando in un modo o nell’altro avete finito, mettete le teglie in frigo per un’ora: questo ha la sua ragione di essere nel fatto che il burro, se infornato a temperatura ambiente, ha la tendenza ad afflosciarsi rovinando le forme (molte ricette dei baci di dama riportano questo stesso accorgimento!). Passato il tempo, infornate e fate cuocere per 15 minuti alla temperatura indicata (o fino a che le superfici non sono ben dorate).

  • potreste voler ridurre i tempi se le paste sono venute sottili, o allungarli a 20 minuti se le avete fatte spesse e cicciotte.

Questi biscotti apparentemente rustici sono in realtà molto raffinati, e si prestano molto bene ad una merenda autunnale intinti in un bel bicchiere di vino Marsala (in alternativa, il passito va benissimo) come i cantuccini toscani. Il conte Camillo Benso di Cavour, uomo che prima di tutti (e più di tutti) ha lavorato per l’unificazione dell’Italia, amava consumarle con il barolo chinato: se avete le sue stesse disponibilità economiche potete provare, e farmi sapere com’è andata nei commenti qui sotto.

Camillo Benso conte di Cavour. Alcuni postulano fosse un uomo piuttosto flatulento, come una canzoncina piemontese sconosciuta ai più non manca di sottolineare…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 settembre 2013 in Cose utili, Dolci, Ricette

 

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: